Audi verso la salvaguardia del pianeta: novità per Audi A3


Alex Tosi Alex Tosi per Multinews
Pubblicato da Eleonora Candini il 29-Feb-2020

La nuova Audi A3 è per l'ambiente: l'89% degli interni è ricavato da bottiglie di plastica riciclate. Ecco come.

Audi A3

In Germania, come in molti Paesi europei, le bottiglie di plastica vuote possono essere inserite in apposite macchine automatiche che danno in cambio un incentivo fino a 0,25 € al pezzo. Da qui le bottiglie di plastica pressate e compattate vengono suddivise dagli impianti di riciclaggio in base a colore, dimensione e qualità di conservazione e private di eventuali materiali estranei (ad esempio i tappini). Tramite processi sofisticati e raffinati, la plastica si trasforma e prende nuova vita: ad esempio filato. Il risultato è un tessuto che dal punto di vista tattile e visivo garantisce gli stessi standard qualitativi ai quali siamo abituati.

Audi, da sempre attenta alla sostenibilità, ha deciso di utilizzare questi tessuti per gli interni della nuova Audi A3.

Per la realizzazione dei sedili sono necessarie 45 bottiglie in PET da 1,5 litri, a cui si aggiungono ulteriori 65 bottiglie per realizzare la moquette. E non è finita qui. Gli inserti insonorizzanti e di smorzamento delle vibrazioni, i tappetini e le superfici laterali del bagagliaio sono prodotto con materiali residui.

Tuttavia, il responsabile per lo sviluppo dei materiali tessili di Audi AG rivela che i rivestimenti non sono integralmente in materiale riciclabile. L'obiettivo di Audi, però, è riuscire a dare vita a un circolo virtuoso, producendo i rivestimenti con riciclato puro e destinati a ulteriore utilizzo

Scarica Ebook Garanzie

Richiesta informazioni
* campi obbligatori
* Acconsento al trattamento dei dati a norma del Regolamento UE 2016/679. Leggi informativa

Articoli correlati

NEWSLETTER
* Acconsento al trattamento dei dati a norma del Regolamento UE 2016/679. Leggi informativa