KM "0" di importazione: ecco come fare un acquisto sicuro ed economico.


Alessandro Livreri Alessandro Livreri per eurotarget
Pubblicato da Eleonora Candini il 21-Ott-2020

Parlando di automobili, è sicuramente accaduto di sentir parlare di auto di importazione, associandole alla parola "occasione". Questa è una possibilità per acquistare un'auto nuova, a un prezzo più economico rispetto ai listini italiani, ma diventa un acquisto sicuro per il cliente solo a fronte di piccoli controlli che dimostrano la serietà del venditore.

Km

Le auto Nuove a KM "0" di importazione

Il mercato automobilistico europeo è molto simile per quanto riguarda i modelli in vendita, ma ciò che varia sono i prezzi a listino da Stato a Stato. A partire dal 2002, l'accettazione della riforma europea del mercato aumobilistico, varata dall'allora commissario europeo alla concorrenza Mario Monti, si è passati da una vendita selettiva a un prezzo imposto a una vendita più libera, grazie alla liberalizzazione del mercato. I concessionari non sono più vincolati a un unico marchio, ma soprattutto sono liberi di muoversi all'interno dell'Unione Europea per scegliere quante e quali auto acquistare, al prezzo più conveniente.

Il grande vantaggio dello scambio libero introdotto dalla legge Monti, è lo sviluppo di "joint-venture" tra le aziende concessionarie di auto, con la possibilità di creare grossi gruppi di acquisto di flotte di veicoli che al momento hanno il prezzo più basso in tutta Europa. Ciò va ovviamente a vantaggio del cliente finale che può acquistare un'automobile Nuova a Km "0" con prezzo scontato fino al 25% rispetto al listino.

Le automobili Nuove a Km "0" di importazione, non hanno differenze tra le auto a Km "0" alle quali siamo abituati in Italia e sono auto già immatricolate che non hanno mai circolato.

Doveri del venditore

Noi ci occupiamo dello spostamento in Italia previa registrazione nel Paese di provenienza del veicolo. Una volta arrivata in Italia, la targa estera dell'automobile viene radiata e successivamente reimmatricolata con targa italiana. In questo modo il cliente risulta come primo intestatario del veicolo e sul libretto di circolazione comparirà nel riquadro in alto esclusivamente il suo nome, mentre nel riquadro in basso a sinistra viene riportata la data di prima immatricolazione estera. 

A partire da questa data parte la garanzia ufficiale della casa costruttrice, ma è il risparmio che fa la differenza! 

I controlli che deve fare il cliente

Al momento della re-immatricolazione ci occupiamo di versare l'IVA, come previsto dalla legge e presentare il modello F24 alla motorizzazione per procedere con le pratiche.

Proprio a questo proposito entra in gioco il cliente: quando si ricerca un'automobile nuova a Km "0" di importazione, bisogna fare attenzione a prezzi troppo bassi rispetto a quelli dei competitor e soprattutto è bene rivolgersi direttamente alla concessionaria per verificare che ciò accada.
Controllare la storicità dell'azienda (es. la data di apertura, ecc.) e verificare che le procedure vengano fatte a norma di legge va a vantaggio dell'acquirente che non correrà il rischio di problematiche e sanzioni.

Scarica ebook accessori

Richiesta informazioni
* campi obbligatori
* Acconsento al trattamento dei dati a norma del Regolamento UE 2016/679. Leggi informativa

Articoli correlati

eurOsummertarget inzia con gli europei: tifiamo ITALIA!

Hai impegni stasera? Segui con noi gli europei!

Dettagli   

Incentivi statali finiti? Scegli le auto Nuove a Km “0”

Incentivi statali finiti? Scegli le auto Nuove a Km "0".

Dettagli   
NEWSLETTER
* Acconsento al trattamento dei dati a norma del Regolamento UE 2016/679. Leggi informativa