Tagliando e revisione? Tutto quello che devi sapere sulla manutenzione della tua auto


Riccardo Taddei Riccardo Taddei per Multicare
Pubblicato da Eleonora Candini il 8-Lug-2020

Dopo l'acquisto, l'automobile ha bisogno di controlli e manutenzioni periodiche per garantire la sicurezza di tutti i passeggeri e il corretto funzionamento delle centraline. La revisione è un controllo imposto dalla Motorizzazione Civile, utile a certificare l'idoneità del mezzo alla circolazione. Il collaudo è come la revisione, ma viene effettuato solo a fronte di una modifica del veicolo. Il tagliando è un controllo periodico del veicolo previsto dalla casa produttrice.

tagliando auto

Le scadenze imposte dal Ministero dei Trasporti prevedono a prima revisione dopo 4 anni dalla prima immatricolazione e successivamente ogni 2 anni. In entrambi i casi la data di scadenza dovrebbe corrispondere a quella di immatricolazione, ma esiste un periodo di tolleranza che estende la possibilità di essere in regola fino all'ultimo giorno del mese di riferimento. Essendo obbligatoria per legge, viaggiare con la revisione scaduta comporta sanzioni che possono arrivare fino a 639€ a cui si aggiunge il divieto di circolazione. Multe salatissime per chi viene sorpreso oltre al fermo amministrativo di 90 giorni.

Per il tagliando invece i limite sono stabiliti dalla casa madre e sono dettati dai chilometri percorsi e dal tempo trascorso dall'acquisto dell'auto. In generale si fa il primo tagliando al raggiungimento di 15.000/20.000 chilometri in 1 o 2 anni. Per chi invece non utilizza molto l'auto, è consigliato ripetere il tagliando ogni 2 anni. Non è un controllo obbligatorio, ma è indispensabile per fruire della copertura della garanzia del produttore a fronte di guasti. Il mancato tagliando non prevede sanzioni amministrative.

Revisione

Dal 2019 per questa pratica è stato introdotto il Certificato di revisione che raccoglie i dati identificativi dell'auto e l'esito della revisione compreso di date di successivi controlli, informazioni che devono essere trasmesse al Ministero dei Trasporti. Le officine hanno tempo fino al 2021 per adeguarsi. L'obiettivo del certificato è la riduzione delle frodi, in particolare la manomissione del contachilometri, motivo per cui questo dato è riportato anche sul Portale dell'Automobilista.

In concomitanza con la scadenza della revisione, i proprietari di veicoli a benzina, GPL, gas e metano devono obbligatoriamente avere il bollino blu, che attesta il superamento del controllo ai gas di scarico.

Poiché durante la revisione deve essere effettuato un check-up completo della vettura è bene verificare che l'officina a cui ci si rivolge sia strutturata in modo da poter controllare anche le componenti nel sottoscocca. Anche se a seconda dell'alimentazione del veicolo alcuni controlli possono essere leggermente diversi, vengono sempre controllati:

  • Lo stato dei freni,
  • Lo stato dello sterzo,
  • Il corretto funzionamento delle componenti che permettono la visibilità,
  • Tutti gli indicatori luminosi,
  • Assi, ruote, pneumatici e sospensioni,
  • Lo stato del telaio, della carrozzeria, i tubi di scappamento e del carburante, il serbatoio e il supporto della ruota di scorta,
  • Lo stato del sedile del conducente, batteria, triangolo, cinture,
  • I rumori e i gas di scappamento,
  • La corrispondenza con quanto scritto sulla Carta di Circolazione e la leggibilità di Numero di Telaio e Targa di Immatricolazione.

La revisione può produrre tre esiti diversi a seconda dello stato dell'auto:

  • Revisione regolare che permette di circolare fino al controllo successivo;
  • Revisione mensile che permette di circolare 30 giorni poi è necessario ripetere il controllo;
  • Revisione da ripetere che sospende il mezzo dalla circolazione.

Collaudo

Dato che il termine collaudo è spesso utilizzato come sinonimo per revisione, vogliamo precisare che esiste una leggera differenza tra le due.

Anche se i controlli effettuati sono sostanzialmente gli stessi, si parla di collaudo solo a fronte di una modifica alle componenti dell'automobile per attestarne l'idoneità alla circolazione.

Tagliando

L'obiettivo anche in questo caso è preservare le funzionalità dell'automobile e controllare che tutte le componenti del veicolo lavorino in modo sicuro.

Durante il tagliando si eseguono controlli più approfonditi rispetto a quelli effettuati durante la revisione e, anche se è la casa madre a stabilire quali controlli effettuare, in linea di massima vengono controllati:

  • Luci interne ed esterne,
  • Impianto frenante,
  • Pressione degli pneumatici,
  • Cinghie di trasmissione,
  • Sospensioni,
  • Climatizzatore,
  • Livello dell'olio,
  • Liquido refrigerante,
  • Liquido lavavetri,
  • Eventuali perdite del motore o della marmitta.

Anche se questi sono i controlli obbligatori, vi invitiamo a controllare più frequentemente il livello dell'olio, lo stato della batteria, il filtro antipolline per respirare aria pulita anche in viaggio, la pressione degli pneumatici e lo stato delle pastiglie dei freni. Questi controlli possono essere fatti anche in autonomia, anche se è una pratica che sconsigliamo per questioni di sicurezza, ma gli automobilisti più esperti sono sicuramente in grado di accorgersi del malfunzionamento di alcune parti dell'auto come batteria e freni e possono quindi riportare le segnalazioni all'officina che svolgerà i controlli.

Non sai a chi rivolgerti?

Euro Target Service è officina multimarca autorizzata e lavora con ricambi originali o di pari qualità ed è in grado di effettuare le manutenzioni periodiche mantenendo la Garanzia Ufficiale della Casa Costruttrice.

Vieni a trovarci

Richiesta informazioni
* campi obbligatori
* Acconsento al trattamento dei dati a norma del Regolamento UE 2016/679. Leggi informativa

Articoli correlati

NEWSLETTER
* Acconsento al trattamento dei dati a norma del Regolamento UE 2016/679. Leggi informativa